annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Moto Guzzi V 85 TT

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Moto Guzzi V 85 TT

    Ho appena letto la prova di questa moto, un esemplare pre-serie (sarà in vendita da febbraio 2019 e ad EICMA sarà in veste definitiva o quasi).
    Sembra essere una moto progettata volutamente semplice, senza le esagerate dotazioni elettroniche ormai di norma, motore fedele all'architettura tradizionale Guzzi ma completamente rivisto in moltissimi particolari, con 80 CV e una discreta dote di coppia già a basso numero di giri.
    Regime a velocità autostradale intorno ai 5000 giri/minuto, bassi consumi, sella ad altezza d'uomo normale.
    Manca una scheda tecnica ma presto verrà svelato ogni suo dato.
    Avrà cerchi da 17 e distribuzione aste/bilanceri, due valvole per cilindro.

    Chissà che non sia la moto giusta per un ex-guzzista che ha lasciato Guzzi tanti anni fa attratto da giapponesi prima e tedesche poi, ora in un periodo scaldabagnista ma non ancora da mettere in inceneritore?

    Costui ha una fissa: il Grande Nord.
    La prima moto che lo portò lassù nel lontano 85 fu una Guzzi V65.
    Sarebbe una bell'idea chiudere questo lungo ciclo di vita e di motoinnamoramento a cavallo di una Guzzi V85.

    Ma c'è un ma: oggi un nuovo modello (di Guzzi come di altri) ha bisogno di un buon annetto di rodaggio prima di perdere i piccoli/grandi vizi di gioventù.
    Sarà ancora abile il nostro per il maggio-giugno 2020?
    Riuscirà a riconvertirsi alla moto made in Italy?
    E Guzzi sarà in grado di dare un'assistenza post-vendita degna?

    Il nostro dovrebbe poter appoggiare le chiappe su un esemplare inizio 2020, partendo per l'avventura dopo qualche migliaio di km di preparazione: se Dio vorrà, l'ultima settimana di maggio.

    EICMA: andrò soprattutto per vedere lei, già mi piacque l'esemplare visto lo scorso anno.
    paolo

    "Ogni tanto una zingarata fa bene al cuore". (Giorgio)

  • #2
    Paolo, non ho sottomano la rivista, ma su altro forum c'è chi sta riportando l'articolo, almeno a grandi linee. un paio di cose non mi tornano: il cerchio anteriore dovrebbe essere un 19, e addirittura saranno cerchi con camera d'aria (io spero di no perchè è una cavolata, non lo fa quasi nessuno, non è una moto da fuoristrada, e anche sulla africa guardate quanta gente se le è fatte togliere, o comunque ne farebbe volentieri a meno), semmai in futuro dovrebbe arrivarne una versione con i 17.

    e quanto al discorso elettronica, troppo minimale non direi, parlano di traction control, mappature e cruise control di serie, oltre alla strumentazione tft (immagino cose prese dalle Aprilia), dotazione ormai nella media, ma forse più sopra che sotto.

    ipotizzano 11.500 base, ma non c'è niente di certo per ora.

    a me in foto boh, a volte mi piace a volte no, di certo non ne sarò un acquirente ma spero che possa vendere bene, per il marchio e in generale per la moto italiana.
    Moto Guzzi Breva 1200 "cigno nero" (144500km). club degli illusi tessera n. 92 BFS n 13
    è severamente vietato dare da mangiare alle scimmie altrui....

    Commenta


    • #3
      Dice espressamente ruote da 17.
      Il che non mi guasta, anche se pure io ero certo che l'anteriore fosse 19 e credo che dato il tipo di moto sarebbe più "normale".
      Il prezzo sarebbe ottimo, gli attacchi per le borse sono già ricavati nel telaio, io ci monterei forse il mio vecchio tris Givi Monokey che usavo su A.T. nel 95 /97.
      La strumentazione è completamente nuova, moderna, tutto digitale e a colori, in foto fa un bell'effetto.

      Spero che Guzzi finalmente faccia le cose come vanno fatte.
      paolo

      "Ogni tanto una zingarata fa bene al cuore". (Giorgio)

      Commenta


      • #4
        Attendo anch'io fiducioso, le premesse non sono male anche se spero nell'anteriore da 19" e sospensioni a lunga escursione. Più enduro che enduro stradale, tipo Africa Twin per intenderci. Il grosso interrogativo è l'affidabilità, meno l'assistenza avendo io Millepercento a portata di mano, però mi lascia perplesso la distribuzione ancora ad aste e bilanceri, affidabile per carità ma un po' anacronistica nel terzo millennio.

        Commenta


        • #5
          Originariamente inviato da Saudade Visualizza il messaggio
          Attendo anch'io fiducioso, le premesse non sono male anche se spero nell'anteriore da 19" e sospensioni a lunga escursione. Più enduro che enduro stradale, tipo Africa Twin per intenderci. Il grosso interrogativo è l'affidabilità, meno l'assistenza avendo io Millepercento a portata di mano, però mi lascia perplesso la distribuzione ancora ad aste e bilanceri, affidabile per carità ma un po' anacronistica nel terzo millennio.
          Tipo Africa Twin c'è già l'Africa Twin, col 21, ma è un gradino sopra.
          Questa, ruota da 19 o da 17 che sia, è da confrontare piuttosto con la BMW F750GS, che pure ha il 19, moto al 90% stradale.
          La scelta aste e bilancieri: "Abbiamo voluto mantenere un'identità classica, quindi raffreddamento ad aria ed aste e bilancieri" Antonio Cappellini, direttore sviluppo 2ruote Piaggio.
          Credo che l'albero a camme in testa diventi importante su motori che frullano alti oltre un certo limite, ma io facevo il dentista.
          Comunque se serve a mantenere un prezzo più basso lo sopporterò, Guzzi ha sempre avuto problemi più che di motore di altri componenti secondari, specie elettronica e piccole cosucce che però hanno il difetto di immobilizzarti: qui voglio vedere come si muoverà, per questo mai prenderei una primissima serie (ma hai visto che anche BMW la sua figuretta l'ha voluta fare).

          Per me scegliere Guzzi ha un significato personale e comunque se la prendessi l'ultimo problema sarebbe la durata nel tempo, potrebbe essere la N.30 ideale, trenta e poi più nulla.
          Per poi piazzarla sull'usato al momento giusto e chiudere il capitolo.
          Se effettivamente fosse intorno ai 12mila meglio ancora, lo scaldabagno mi darebbe una aiuto consistente entrando in un salone Guzzi o tramite internet, senza fretta.

          Intanto guardiamola e parliamone, ad EICMA potremo fare entrambe le cose, poi andrei comunque sperando che Battista pensi, come ormai tradizione, ai panini al salame.
          paolo

          "Ogni tanto una zingarata fa bene al cuore". (Giorgio)

          Commenta


          • #6
            Vorrei la ruota da 19", quella da 21" mi pare eccessiva, ma tassativamente con sospensioni efficaci sullo sconnesso. Il resto m'interessa meno, salvo che vibri poco e sia sufficientemente comoda, la prenderei anche perchè mai ho posseduto una Guzzi, sperando che costruzione e componentistica siano all'altezza.
            La visioneremo all'Eicma sbocconcellando il panino al salame di Battista.......

            Commenta


            • #7
              La X-ADV ha la ruota da 17. E il suo terreno è lo sterrato tranquillo.
              Ti assicuro che anche Integra se la cava sullo sterrato tranquillo e anche un po' peggio, se mai ha il limite delle sospensioni con poca escursione.
              Ai tempi le Guzzi tipo V65 non erano nulla più o poco più che stradali, come del resto sarà questa V85, 17 o 19 che sia.
              Per me oltre al piacermi e al soddisfarmi dopo una prova conterà l'assistenza e la affidabilità dimostrata nei primi mesi.
              Penso che molti simpatizzanti Guzzi la attendano con buone intenzioni riguardo l'acquisto, chi vivrà vedrà.

              Resta per me il fatto che chiudere con una Guzzi mi piacerebbe, al limite una V7 III se questa si dimostrasse deludente o troppo cara.
              Poi magari domattina chissà che avrò in testa.
              paolo

              "Ogni tanto una zingarata fa bene al cuore". (Giorgio)

              Commenta


              • #8
                Intanto è un bello stuzzichino da vedersi. E cominciare a ragionarci
                BUCEFALO BFS n. 3
                BMW R 1150 RT 2004 2015 ora K GT 1300
                Chiavari - Udine

                Commenta


                • #9
                  Intanto è un bello stuzzichino da vedersi. E cominciare a ragionarci
                  BUCEFALO BFS n. 3
                  BMW R 1150 RT 2004 2015 ora K GT 1300
                  Chiavari - Udine

                  Commenta


                  • #10
                    Originariamente inviato da paolo2145 Visualizza il messaggio
                    La X-ADV ha la ruota da 17. E il suo terreno è lo sterrato tranquillo.
                    Ti assicuro che anche Integra se la cava sullo sterrato tranquillo e anche un po' peggio, se mai ha il limite delle sospensioni con poca escursione.
                    Ai tempi le Guzzi tipo V65 non erano nulla più o poco più che stradali, come del resto sarà questa V85, 17 o 19 che sia.
                    Per me oltre al piacermi e al soddisfarmi dopo una prova conterà l'assistenza e la affidabilità dimostrata nei primi mesi.
                    Penso che molti simpatizzanti Guzzi la attendano con buone intenzioni riguardo l'acquisto, chi vivrà vedrà.

                    Resta per me il fatto che chiudere con una Guzzi mi piacerebbe, al limite una V7 III se questa si dimostrasse deludente o troppo cara.
                    Poi magari domattina chissà che avrò in testa.
                    Si, dipende dalla qualità e dalla regolazione delle sospensioni ma il diametro dell'anteriore aiuta. Ciò che al momento m'interessa, più che il fuoristrada, è un comfort decente sulle nostre strade disastrate come nell'ultimo raduno del Muraglione dove sobbalzavo per tutto il tempo. Al ritorno, verso sud, abbiamo percorso un tratto della superstrada (?) Cesena-Orte, in condizioni disastrose tanto che spesso risultava chiusa una corsia di marcia per inagibilità........

                    Commenta


                    • #11
                      chi ha riportato l'articolo su altro forum parla di misure 110-80-19 e 150-70-17 possibili, comunque si vede anche dalle foto che è un 19. la concorrente sicuramente potrà essere la f750gs come diceva paolo, ma anche la tracer 850, perchè poi si sa che sono moto che vanno su strada oltre il 90% dei km, ma penso molto oltre.

                      condivido l'idea di aspettare un annetto per eventuali difetti di gioventù, diciamo che se debutta nei saloni a inizio 2019, in primavera 2020 potrebbe essere da acquistare. in teoria, se volessi restare in guzzi, cosa che non accadrà, mi potrebbe anche andare bene ipotizzando ancora un paio di anni di vita della mia. quanto all'asssitenza però io non sarei troppo ottimista, per fare le cose per bene dovebbero rivoluzionare tutta la rete, in molti casi rifarla da capo, perchè ci sono pochi concessionari, e su diversi di loro ci sono forti dubbi riguardo alla effettiva bravura. a oggi sono andati molto bene con il v7, ma anche perchè è una moto dall'uso prevalentemente urbano e dintorni, e di solito l'acquirente guarda di più allo stile che altro, ma ora, volendo tornare nel segmento turismo, ti trovi di fronte anche un pubblico più esigente, e vediamo come andranno le cose.

                      importanti saranno ovviamente prezzo ma anche disponibilità accessori, spesso un altro dei punti in cui la casa annega nel classico bicchier d'acqua.
                      Moto Guzzi Breva 1200 "cigno nero" (144500km). club degli illusi tessera n. 92 BFS n 13
                      è severamente vietato dare da mangiare alle scimmie altrui....

                      Commenta


                      • #12

                        Todd: "importanti saranno ovviamente prezzo ma anche disponibilità accessori, spesso un altro dei punti in cui la casa annega nel classico bicchier d'acqua"

                        Speriamo non succeda come con le nuove Bmw 850 che, con gli accessori praticamente imposti, costano il 30% in più.

                        Altrimenti, su segnazione di Enzino, comprerò questa (che non è per niente male)

                        Commenta


                        • #13
                          avete visto le foto ormai ufficiali? e tra pochi giorni la svelano del tutto a Colonia, speriamo di sapere anche il prezzo...

                          https://www.moto.it/intermot-colonia...t-colonia.html

                          Moto Guzzi Breva 1200 "cigno nero" (144500km). club degli illusi tessera n. 92 BFS n 13
                          è severamente vietato dare da mangiare alle scimmie altrui....

                          Commenta


                          • #14
                            Come dicevo aprendo questa discussione potrebbe essere la mia n.30.
                            Sulla carta ha tutte le caratteristiche che cerco oggi in una moto, mi spiacerebbe soltanto separarmi dalla moto attuale, lo Scaldabagno, ma fra un annetto credo che questo problema potrà essere superato senza troppo soffrire.
                            Ed anche il ritorno ad un cambio classico dopo l'esperienza (positiva) DCT non mi peserebbe affatto.
                            Restano da considerare le cose che ancora non si conoscono: scheda tecnica, peso in ordine di marcia, consumi e di conseguenza autonomia, posizione in sella, altezza sella.
                            E una prova su strada appena possibile.
                            Con pochi soldi sarebbe pronta a viaggiare: ho tre borse Givi Monokey comprate nel 96 per l'Africa Twin, due gemelle grandi e una più stretta che nella A.T. stava lato marmitta, mi basterebbe acquistare gli attacchi dedicati.
                            Insomma, aspetto Eicma con grande curiosità.
                            Integra dovrebbe mantenere un certo valore per cui il lato economico non sarebbe traumatico, tanto più che a Bologna Honda e Guzzi sono entrambe nello stesso gruppo commerciale.

                            Mi piacerebbe chiudere con Guzzi, sperando di poter girare ancora per un po'.
                            paolo

                            "Ogni tanto una zingarata fa bene al cuore". (Giorgio)

                            Commenta


                            • #15
                              Fatico a capire questo voler mettere del vintage ovunque da parte di Moto Guzzi.
                              Non mi piacciono: il parafango alto, (serve solo a dar fastidio in autostrada), i cerchi a raggi, (se non sono tubeless ancora meno), lo scarico alto.
                              Altre cose, come la distribuzione le vedo come una forzatura per stare dentro questo senso "old style".
                              Presentarsi al pubblico con quella colorazione...mah!!!
                              DF3, BFS5

                              Commenta



                              Sto operando...
                              X