annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Moto Guzzi V 85 TT

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #16
    Originariamente inviato da paolo2145 Visualizza il messaggio
    Restano da considerare le cose che ancora non si conoscono: scheda tecnica, peso in ordine di marcia, consumi e di conseguenza autonomia, posizione in sella, altezza sella.
    E una prova su strada appena possibile.
    Con pochi soldi sarebbe pronta a viaggiare: ho tre borse Givi Monokey comprate nel 96 per l'Africa Twin, due gemelle grandi e una più stretta che nella A.T. stava lato marmitta, mi basterebbe acquistare gli attacchi dedicati.
    Insomma, aspetto Eicma con grande curiosità.
    Integra dovrebbe mantenere un certo valore per cui il lato economico non sarebbe traumatico, tanto più che a Bologna Honda e Guzzi sono entrambe nello stesso gruppo commerciale.

    Mi piacerebbe chiudere con Guzzi, sperando di poter girare ancora per un po'.
    tra un due-tre giorni ne dovresti sapere di più io sono convinto che i consumi saranno buoni, il motore deriva dal V9 che non è una moto assetata, sento dire anche di 25 al litro, certo questo è più spinto e la moto più ingombrante, ma non credo che sarà un'idrovora. certo ai livelli di integra non ti ci arriva mi sa...ma come autonomia te la dovresti cavare bene.

    per la concessionaria non ho idea di come sia bologna, per certo però so che se ti vuoi spostare su Parma, hai Guareschi che se non sarà la numero uno in italia, comunque non ci va molto lontano. in caso hai tempo quanto vuoi per prendere informazioni.

    Originariamente inviato da stac Visualizza il messaggio
    Fatico a capire questo voler mettere del vintage ovunque da parte di Moto Guzzi.
    Non mi piacciono: il parafango alto, (serve solo a dar fastidio in autostrada), i cerchi a raggi, (se non sono tubeless ancora meno), lo scarico alto.
    Altre cose, come la distribuzione le vedo come una forzatura per stare dentro questo senso "old style".
    Presentarsi al pubblico con quella colorazione...mah!!!
    il vintage loro lo mettono perchè pensano di differenziare la moto dalle altre medie turistiche e creare una nuova categoria. io su un altro forum sto sostenendo che invece è una delle 800 crossover-enduro stradale, tipo il tiger 800 o la f750gs, anche se con soluzioni differenti, ma all'atto pratico ci fai le stesse cose. in diversi mi danno torto

    il parafango alto a me non dispiace, meglio dell'ennesimo becco visto e rivisto, i cerchi purtroppo sono a camera d'aria, scelta che trovo decisamente incomprensibile.
    Moto Guzzi Breva 1200 "cigno nero" (150500km). club degli illusi tessera n. 92 BFS n 13
    è severamente vietato dare da mangiare alle scimmie altrui....

    Commenta


    • #17
      Sembra il parafango anteriore che Aprilia montava sulla pegaso trail :)

      Commenta


      • #18
        Mi piace, sembra tutto nelle giuste proporzioni in relazioni alle mie esigenze attuali, aspetto di vedere come sono le sospensioni che spero a lunga escursione altrimenti sarebbe l'ennesima enduro che d'enduro ha nulla, come la mia ex Versys 1000 che era una stradale al 100% ed andava in crisi anche sulle strade bianche. Il prezzo non potrà superare gli 11.000 euro, accessori esclusi, altrimenti andrebbe in conflitto con l'Africa Twin manuale che, sinceramente, penso sia un'altra cosa. Circa l'affidabilità speriamo bene, anche se non mi faccio troppe illusioni mentre per l'assistenza punterò tutto, nel caso decidessi d'acquistarla, su Millepercento. MI fa piacere l'interesse di Paolo sia per l'identità di vedute sia (soprattutto...) perché la sviscererà in modo approfondito, secondo la sua consuetudine, così potrò avvalermi delle sue indicazioni. Per il resto, spero non vibri eccessivamente e sia sufficientemente comoda considerato che del peso non me ne può fregar di meno così come per i consumi, se non in ottica autonomia.
        Insomma, spero che siano giustificati i 5000 euro in più rispetto alla TRK-X anche se temo non sarà così.

        Commenta


        • #19
          Originariamente inviato da Todd Visualizza il messaggio

          il vintage loro lo mettono perchè pensano di differenziare la moto dalle altre medie turistiche e creare una nuova categoria. io su un altro forum sto sostenendo che invece è una delle 800 crossover-enduro stradale, tipo il tiger 800 o la f750gs, anche se con soluzioni differenti, ma all'atto pratico ci fai le stesse cose. in diversi mi danno torto

          il parafango alto a me non dispiace, meglio dell'ennesimo becco visto e rivisto, i cerchi purtroppo sono a camera d'aria, scelta che trovo decisamente incomprensibile.
          E' ovvio che se la giocherà con le altre 800-900, fatta eccezione per un ristretto gruppo di appassionati del marchio, che magari sarebbero stati più felici di avere più innovazione e meno vintage.
          Anche BMW ha continuato col boxer, ma lo ha fatto evolvere...raffreddamento a liquido, fasatura variabile...

          DF3, BFS5

          Commenta


          • #20
            Originariamente inviato da Saudade Visualizza il messaggio
            Mi piace, sembra tutto nelle giuste proporzioni in relazioni alle mie esigenze attuali.
            come prezzi a regola ce lo dicono nei prossimi giorni, martedi o mercoledi, si parla di 11.500, immagino base. se la vuoi per forza confrontare con la Trk è chiaro che di fatto....ce ne prendi due. però, è una categoria diversa.
            sospensioni boh, non se ne sa molto, ci potrebbe essere una versione ohlins, ma non credo proprio base (sennò quanto costa?), comunque hai un 19 di ruota, rispetto alla tua vecchia versys 1000 sicuro sarà più adatta allo sconnesso. poi certo andrebbe provata.

            Originariamente inviato da stac Visualizza il messaggio

            E' ovvio che se la giocherà con le altre 800-900, fatta eccezione per un ristretto gruppo di appassionati del marchio, che magari sarebbero stati più felici di avere più innovazione e meno vintage.
            Anche BMW ha continuato col boxer, ma lo ha fatto evolvere...raffreddamento a liquido, fasatura variabile...
            dipende che intendi per innovazione, come elettronica la eredita dalle aprilia, e ne avrà come e forse più della media delle concorrenti, per il motore in molti avrebbero voluto vedere un qualcosa di nuovo, quantomeno un raffreddamente misto. loro invece hanno tirato il più possibile il serie piccola, cambiando molti componenti ma tenendo un 2v raffreddato ad aria.

            di certo fa un gran parlare, vedete anche i commenti sui vari siti, ora vediamo se piacerà solo ai guzzisti rimasti "orfani" delle moto da turismo, oppure saprà strappare clienti alla concorrenza.
            Moto Guzzi Breva 1200 "cigno nero" (150500km). club degli illusi tessera n. 92 BFS n 13
            è severamente vietato dare da mangiare alle scimmie altrui....

            Commenta


            • #21
              Paolo, sai bene quella che è stata la mia esperienza con Guzzi.
              All'idea di ricomprarne una... mi vengono i brividi. La mia ha sempre avuto problemi elettrici CHE NON SONO MAI STATI RISOLTI.
              Ci ho fatto 93k km, ma con numerose e lunghissime fermate, ovviamente nei mesi migliori. Non è questione di prezzo o di accessori.
              E' un problema di diffusione e di competenza della rete di assistenza.
              Pensaci bene....
              Il mondo è troppo bello per sbirciarlo dal finestrino! Suzuki VStrom 1000 - Il piu' bel viaggio in moto? Il prossimo. BFS n.11
              Quelli già fatti: http://www.madzilla.it - Velleità di scrittore

              Commenta


              • #22
                Originariamente inviato da Todd Visualizza il messaggio

                dipende che intendi per innovazione, come elettronica la eredita dalle aprilia, e ne avrà come e forse più della media delle concorrenti, per il motore in molti avrebbero voluto vedere un qualcosa di nuovo, quantomeno un raffreddamente misto. loro invece hanno tirato il più possibile il serie piccola, cambiando molti componenti ma tenendo un 2v raffreddato ad aria.

                di certo fa un gran parlare, vedete anche i commenti sui vari siti, ora vediamo se piacerà solo ai guzzisti rimasti "orfani" delle moto da turismo, oppure saprà strappare clienti alla concorrenza.
                L'elettronica non dovrebbe essere un problema, nemmeno come costi.
                Uno smartphone cinese di ultima generazione ha un processore con più potenza di calcolo di quello che gestisce i motori del razzo Ariane, (sentito su Focus).
                Il motore è troppo "vintage", secondo me e mi dispiace per il marchio resterà una moto di nicchia, che venderà poco o nulla.
                Il prezzo non potrà essere basso, perchè se verrà prodotta in Italia i costi di produzione saranno per forza di cose alti.

                DF3, BFS5

                Commenta


                • #23
                  D'altronde troppo vicino alla A.T. non potrà andare, credo che sarà intorno a 11.500/12mila.
                  Prezzo che mi andrebbe bene.

                  Mi prendo un anno per pensarci, caro Valerio, ho seguito le tue avventure Guzzi.

                  In ogni caso un desiderio è importante averlo, come sempre l'ho avuto, poi vedremo, per me un avvenimento distante un anno è al di là del mio orizzonte attuale, non dico di vivere alla giornata ma certamente è molto meglio essere realisti, basta alzarsi un mattino con qualcosa che non va nell'elettronica, nel motore o nei vari circuiti di smaltimento che cara moto ciao ciao.
                  paolo

                  "Ogni tanto una zingarata fa bene al cuore". (Giorgio)

                  Commenta


                  • #24
                    Verissimo Paolo, che tristezza però...............

                    Commenta


                    • #25
                      Originariamente inviato da Saudade Visualizza il messaggio
                      Verissimo Paolo, che tristezza però...............
                      Nessuna tristezza, viviamo al massimo quel che ci resta da vivere, sperando che domani sia bello come è stato bello oggi. E via di seguito.

                      Per vivere intendo: salute buona compatibilmente con l'anagrafe, non essere soli, essere completamente autosufficienti.
                      Fin che dura così ..... carpe diem.
                      Poi si vedrà, nulla è per sempre.

                      Credo che ciascuno abbia il diritto, un bel giorno, di decidere riguardo la sua vita: anche di rinunciarvi quando ritiene sia il momento giusto.
                      Con un occhio di riguardo per chi resta ma anche per sè stessi.
                      paolo

                      "Ogni tanto una zingarata fa bene al cuore". (Giorgio)

                      Commenta


                      • #26
                        Mi sono iscritto al Sito Moto Guzzi per la prova su strada, mi chiameranno appena disponibile la moto.
                        paolo

                        "Ogni tanto una zingarata fa bene al cuore". (Giorgio)

                        Commenta


                        • #27
                          madzilla la tua esperienza è stata negativa e hai tutto il diritto di non volere vedere il marchio nemmeno più in fotografia, io credo che al tuo posto mi comporterei in modo analogo, però va anche detto che le ultime uscite di casa guzzi sembrano essere molto migliori come affidabilità, anche sulla parte elettrica. e la tua magari era stata anche più sfigata della media dele stelvio. hai di sicuro ragione sulla rete assistenza, purtroppo ancora in mano a una manciata di meccanici "guru" e altrove rischi di farti mettere le mani su una moto da 20mila euro (un cali 1400 o un aprilia Rsv4) dal meccanico che fino al giorno prima cambiava l'olio e la candela allo scarabeo

                          stac vendere tanto o poco? boh, dipenderà da diverse cose, per ora la moto attira molta curiosità, poi vedremo se si tradurrà in numeri. a volte il mercato può anche ignorare ottime moto o esaltarne di sopravvalutate, tutto può essere.

                          paolo2145 si parla di uscita a febbraio, per me ti conviene puù andare a rompere le scatole al conce intorno natale più che aspettare che ti ricontatti la casa madre.... sul prezzo vedremo a brevissimo, non credo comunque che guardino alla africa twin, ma un 11 alto, diciamo 12 con messa su strada, sarebbe rischioso.
                          Moto Guzzi Breva 1200 "cigno nero" (150500km). club degli illusi tessera n. 92 BFS n 13
                          è severamente vietato dare da mangiare alle scimmie altrui....

                          Commenta


                          • #28
                            Un motore aste e bilancieri perchè "fa vintage"? Confesso che ho riso. Addirittura HD, che la sa più lunga di chiunque sull'identità vintage di una moto, fa cautamente evolvere i suoi mezzi. Qui Piaggio va all'indietro, e non sull'estetica modificabile col tuning, ma su qualcosa che la moto si porterà sempre dietro: una distribuzione meno efficiente e performante. Sembra una presa in giro...

                            Al di là di questo, c'è qulacosa che non ho mai capito: perchè fare morire di stenti la Stelvio per poi farla rinascere subito dopo con un altro nome? Perchè così fa più vintage? Se fossi un acquirente di una Stelvio, magari appassionato Guzzi, andrei a Mandello a discutere con un cric in mano, mi trovo in mano una moto dal valore zero sull'usato per la fregola di cambiare un nome e la forma di un serbatoio, complimenti al marchio.
                            Luca
                            Yamaha FJR 1300 ABS 2005 "Diletta"

                            Commenta


                            • #29
                              Originariamente inviato da paolo2145 Visualizza il messaggio
                              Mi sono iscritto al Sito Moto Guzzi per la prova su strada, mi chiameranno appena disponibile la moto.
                              Bene, il tuo parere sarà decisivo. Per il resto hai ragione, finchè durerà così va bene, conviene vivere alla giornata come quando eravamo "figli dei fiori".....

                              Commenta


                              • #30
                                Il comportamento della dirigenza Guzzi è da tanto tempo incomprensibile e pare voglia uccidere un Marchio che è ancora apprezzato soprattutto all'estero.
                                Pure io sono restato sorpreso leggendo del mantenimento di un tipo di distribuzione appartenente al passato, ma per quel che so distribuzioni ad albero o doppio albero in testa divengono indispensabili su motori ad alte prestazioni, fatti per girare a regimi alti per poter esprimere potenze superiori ai 100 CV/litro.
                                Forse Guzzi ha voluto mantenere un'architettura che ha dato risultati validi per tanti anni, limitandosi ad affinare anziché stravolgere, anche pensando al prezzo finale.

                                Non ho la competenza per gare giudizi tecnici, ma la moto potrebbe piacermi comunque, in definitiva attualmente col mio Scaldabagno che fornisce alla ruota si e no 50 CV mi trovo ottimamente, gli 80 di Guzzi V85TT mi basterebbero di certo senza stare a pensare a cosa succede dentro al motore.
                                Anche il ritorno al cardano lo potrei apprezzare anche se con la catena non ho mai avuto di che lamentarmi.

                                Insomma, voglio dire che se mi ci trovassi bene e la giudicassi adatta al mio tipo d'uso non starei a fare questioni per le aste e bilancieri, guarderei forse più ai consumi: fra 800 GS e Integra sono piuttosto viziato in questo argomento e una moto che non riuscisse a fare almeno 22 km/litro mi attrarrebbe poco, attualmente sono abituato a fare tranquillamente 30 e forse oltre e questo genere di abitudine è difficile da dimenticare.

                                Quanto alle gomme tube-type: le capisco meno di aste e bilancieri, qui si tratta di sicurezza e la moto è una TT, tutto terreno, non una moto da fuoristrada duro; e qui è caduta pure Honda con A.T., nonostante il terreno abituale per almeno il 95% dei possessori di questo tipo di moto sia notoriamente l'asfalto o al massimo sterrati fattibili anche con moto stradali pure.

                                Detto ciò ho già biglietto del treno e biglietto per Eicma.


                                paolo

                                "Ogni tanto una zingarata fa bene al cuore". (Giorgio)

                                Commenta



                                Sto operando...
                                X