annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

I LOVE ITALY - raid nel centro sud Italia con destinazione la Basilicata

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • I LOVE ITALY - raid nel centro sud Italia con destinazione la Basilicata

    Quest’anno la consueta “cerimonia” dell’apposizione dell’adesivo sul bauletto della moto a termine del viaggio non ha avuto luogo, perché l’ho attaccato prima di partire…l’adesivo I LOVE ITALY donato da Motototurismo!
    Ma partiamo dall’inizio…non proprio roseo! Fregandomene della superstizione e detti popolari vari, sono partito di venerdì, peraltro 17 (luglio), cioè il massimo della iettatura, ed infatti…prima non si inseriva l’antifurto di casa ed ho perso più di 40 minuti tra sudore e sacramenti vari prima di riuscire ad attivarlo Poi, finalmente parto e butto dentro la 1 marcia vrooommm, 2 marcia vrooooommm, 3 marcia vvvvroooommm, 4 marcia vvvvvrrrroooommm, arrivo in curva scalo le marce…anzi no, non scalo perché il cambio si è bloccato in 4…PORCA P@@@@@@@!!! Sfrizionando-sfrizionando riesco a tornare con la moto davanti il garage. Smontato e rimontato il perno della pedivella del cambio, senza aver toccato assolutamente null’altro, il cambio ha ripreso a funzionare…BAH!
    Prima tappa, il pranzo a scrocco con mio fratello e mio babbo in un ristorante di Marina di Bibbona, dove abbiamo visto arrivare anche Beppe Grillo con un codazzo di gente: lui ovviamente sapendo che sono Comandante delle Forze Interplanetarie della Marina mi ha chiesto la cortesia di poter fare un selfie insieme, ma io mi sono signorilmente rifiutato…ci tengo alla mia immagine!
    Poi, giunta l’ora di partire, si è scatenato un diluvio di acqua durato circa un’ora che mi ha bloccato in casa di mio fratello…saranno finite qui le sfighe di venerdì 17? Pare di si, perché passato l’acquazzone, finalmente riesco ad imboccare la celebre strada dei cipressi che sale a Bolgheri e da qui in poi sarà solo gioia, divertimento e bel tempo per le 2 settimane a seguire.
    Proseguendo per strade secondarie, in serata giungo a Siena, dove faccio base per 2 notti perché il 18 lo voglio dedicare a fare il giro dell’Eroica (comprese le strade bianche) in moto. A parte la bellezza (e la polvere!) dell’Eroica, mi ha colpito vedere il centro storico di Siena praticamente vuoto di turisti…maledetto virus!

    I due giorni a seguire, 19 e 20, li dedico per andare a visitare alcuni miei parenti di Roma, che non vedevo da anni, e quindi il 20 sera faccio tappa “tecnica” ad Anzio.
    Il 21 è tutto mare, lungo la bella e selvaggia strada costiera che da Anzio arriva a S. Felice Circeo, con le dune di sabbia che a tratti invadono la carreggiata, per poi proseguire verso Sperlonga ed arrivare, infine, a Gaeta, che ha un piacevole centro storico.
    Il 22 lascio momentaneamente la costa per dirigermi prima verso Sessa Aurunca, dove mio babbo ha passato un periodo della sua infanzia in collegio, e poi verso l’abbazia di Sant’Angelo in Formis che, purtroppo, trovo chiusa, per infine fare tutta la strada costiera sorrentina ed amalfitana, con pernotto a Vietri sul Mare; indimenticabile la sosta a Termini con granita al limone da 10 e lode e vista sui faraglioni di Capri!
    23 luglio, lascio la costa per buttarmi all’interno in direzione di Potenza (dove sosterò 3 notti); lungo la strada ne approfitto per visitare un po’ di borghi, tra cui Satriano di Lucania, celebre per essere il paese dei murales.
    Il 24 non perdo occasione per fare l’adrenalinico “Volo dell’angelo” lungo le due teleferiche che collegano Pietrapertosa e Castelmezzano, e questo nonostante 2 operazioni al cuore…tanto, nella peggiore delle ipotesi mia moglie avrebbe riscosso il premio dell’assicurazione sulla vita. L’esperienza è veramente da cardiopalma, ma va fatta almeno una volta nella vita, e può essere fatta anche in coppia. Poi, seguendo stradine secondarie dal manto stradale un po’ sgarrupato, ma dal panorama veramente bello, arrivo a Craco, la città fantasma. Qui la guida turistica racconta la brutta vicenda di questo paese storico, distrutto più dalle scelte scellerate di alcuni amministratori che hanno sperperato soldi ed hanno preso decisioni sbagliate piuttosto che dal naturale lento moto franoso che affligge la zona; a dimostrazione di ciò, il nucleo storico, costruito su solida roccia (perché gli antichi sapevano dove era meglio andare a costruire), è praticamente integro, mentre la parte “moderna”, costruita sull’argilla, è distrutta.
    Il 25 lo dedico a percorrere la vecchia via Appia SS7 che si snoda tra Potenza e Matera e che collega diversi borghi arroccati sui monti che sovrastano la valle del Basento, tra cui spicca Tricarico per il suo bel centro storico. Anche questa è una piacevole passeggiata tra bei panorami, bei paesi, ed una strada tutto sommato in buone condizioni.
    Il 26 luglio è il giro di boa ed inizio la risalita verso casa. Passo dal lago di Monticchio, su cui si affaccia la famosa e scenografica abbazia di S. Michele, da Melfi (bello il centro storico dominato dal castello normanno) e da Venosa (celebre la chiesa incompiuta dell’abbazia della Santissima Trinità), per giungere in serata a Benevento.
    Riparto da Benevento il 27 in mattinata ed in breve raggiungo Isernia, per poi proseguire verso Pescocostanzo (pregevole il centro storico con la bella basilica di S. Maria del Colle) ed il mitico e scenografico Altopiano delle Cinque Miglia, per poi percorrere la stupenda Valle del Sagittario e chiudere in bellezza andando a dormire a Scanno.

    Ormai sono agli sgoccioli della vacanza, ma proprio gli ultimi giorni mi regalano le emozioni più forti!

    Il 28 riprendo la strada e da Scanno raggiungo Sulmona e da qui il celebre Campo Imperatore dove non può mancare un’abbuffata di arrosticini presso il noto Ristoro Mucciante; a stomaco pieno, infine, “rotolo” verso L’Aquila per il pernotto. Il centro storico di L’Aquila è tutto un cantiere, però fa piacere vedere che i cantieri lavorano e la sera le strade si popolano di tante persone che riempiono i locali che hanno vinto la sfida contro il terremoto ed hanno riaperto i battenti.
    Discorso diverso, invece, il 29 quando giungo ad Amatrice….un vero pugno allo stomaco vedere la distruzione e le macerie del terremoto del 2016; altre macerie e distruzione verso Arquata del Tronto ed il paese di Piedilama (dove per qualche anno sono andato a trascorrere il Natale insieme a tutta la mia famiglia e parenti vari) completamente raso al suolo . Con gli occhi ancora rossi e gonfi di lacrime, mi affaccio sulla piana di Castelluccio, e solo la bellezza e la pace del luogo riesce a rasserenarmi.

    Certo il finale del viaggio non è facile da digerire perché per questioni “diplomatiche” dopo Castelluccio è bene che raggiungo mia moglie che si trova da circa 2 settimane a casa di sua madre in Ancona (dove giungo in serata), e questo mi impedisce di incontrare i mitici Zivas ed Enzorock, ma tant’è…ogni tanto, per la quiete famigliare è bene fare qualche rinuncia e come in questo caso deviare dal gioioso percorso!

    A questo link trovate l’album con le foto https://photos.app.goo.gl/o7dKbnz1EedKJDsv9


    LA VITA È UN VIAGGIO E CHI VIAGGIA VIVE DUE VOLTE!

  • #2
    Caro Comandante,
    t' ho messo alla prova prima della partenza in considerazione del fatto che sono nato il giorno 17 (anche mia sorella...), come si conviene ad un condottiero della tua statura. Visto che hai superato brillantemente il cimento, t'ho concesso di percorrere tranquillamente quel bellissimo itinerario che, infatti, è terminato alla grande avendo schivato la presenza dei due noti figuri da te citati.....Alla prossima!!

    P.s. E' confermato il nuovo ritrovo ligure a settembre?

    Commenta


    • #3
      Grazie mio messere per cotanta fiducia riposta nel suo fido scudiero e della sua bontà e buona sorte di cui ho fruito lungo il mio incedere lungo le terre italiche

      p.s.: se per ritrovo ligure ti riferisci al gente di bosco e di riviera questo è rinviato al prossimo anno forse Blue Winger organizza qualcosa dalle sue parti ad ottobre
      LA VITA È UN VIAGGIO E CHI VIAGGIA VIVE DUE VOLTE!

      Commenta


      • #4
        Bello, mod4ever bel giro e bella sgroppata, Complimenti... come ti devo chiamare... messere o cos'altro, ... comandante?
        Mio video su Youtube viaggio a Capo Nord https://www.youtube.com/watch?v=QTFFCqrNILg
        Mio video su Youtube viaggio al monte Ararat http://youtu.be/jHK6Iqy_c44
        Mio video su Youtube viaggio a Santiago de Compostela https://youtu.be/6b9-2dqvNPU
        Mio video su Youtube viaggio a Le Mont-Saint-Michel in Goldwing https://youtu.be/ZQefBtLuSdY

        Commenta


        • #5
          No Hondaman, per ora non posso ancora aspirare al titolo di messere e mi accontento di quello di fido scudiero
          LA VITA È UN VIAGGIO E CHI VIAGGIA VIVE DUE VOLTE!

          Commenta


          • #6
            Caro Fabio, bellissimo report e bellissime foto sia di luoghi che conosco che di altri completamente ignoti.

            Recentemente ho rivisto "Cristo si è fermato a Eboli" con G.M. Volontè, Lea Massari e Irene Papas, che venne girato proprio a Craco.
            Idem per una puntata di Ghost Town dedicata proprio a Craco, la scorsa primavera.
            Bian e Gege (Antonio e Agnese) http://biangege.xoom.it
            Carpe Diem, la Deauvillona (BMW K1100 LT ABS my1992, dal 06/2014)
            1995-1996 Moto Guzzi V35; 1996-2001 Cagiva River; 2001-2014 Honda Deauville

            Commenta


            • #7
              Si, Craco ha fatto da set a diversi film di cui molti anche di produzione straniera. Inoltre Craco viene studiata anche per capire gli errori commessi nel tentativo (vano) di fermare la frana
              LA VITA È UN VIAGGIO E CHI VIAGGIA VIVE DUE VOLTE!

              Commenta


              • #8
                Posso solo aggiungermi ai complimenti, l'Italia è un gran bel paese, bel giro

                Commenta


                • #9
                  Che dire Comandante...
                  Nonostante le avversità venerdiane, (zampino grillino?) la partenza ha una sua poesia, tutta servantesca.
                  Bellissimo il viaggio, lo stile del racconto, e guardando le foto non si può non rattristarsi per Amatrice e tutta la zona terremotata...
                  Fotto magnifiche!
                  Visto di sfuggita anche un uomo con la maschera, tutto solo sospeso in 'area. Battaglia ai virus al vento!
                  Se poi il Comandante mette a disposizione anche la traccia cartografica di questa sua grande avventura in solitaria, il verdetto può essere solo uno:
                  Molto molto bello tutto! Grazie per avere condiviso.
                  - Honda Goldwing 1800, 2013 - 135.000 km -

                  Commenta


                  • #10
                    Grazie amici!
                    LA VITA È UN VIAGGIO E CHI VIAGGIA VIVE DUE VOLTE!

                    Commenta


                    • #11
                      Complimenti per il bel giro/vacanza .
                      Sei passato da San Felice Circeo , mia mamma è nata lì.
                      A Sabaudia ci ho passato parecchie vacanze estive davo una mano ai miei nonni che avevano 2 ristoranti ed una gelateria .
                      ora li gestiscono i fratelli di mia mamma .
                      Il.lungomare tra Anzio e San Felice è unico .
                      Le dune di Sabaudia sono bellissime, come il Parco Nazionale del Circeo .
                      I Viaggi di Batty e Vica

                      Officially awarded the title BFS n1

                      Commenta


                      • #12
                        Gran bel giro e gran belle foto Comandante...ma tutto in solitaria?
                        GL 1800 my2012, Royal Enfield Classic 500, GS 1200 ADV 30° anniversario - ex CB900F

                        Commenta


                        • #13
                          ...come tutti temevamo ed era facilmente prevedibile, è arrivata la seconda ondata...ma non di virus ma di SFIGA NERA!
                          boia deh, questa ve la devo proprio raccontare perché riprende un po' l'inizio del viaggio.
                          questa mattina vado per prendere la moto (il g650gs) per andare al lavoro e dopo un timido tentativo di avviamento del motore, questo non ne ha più voluto sapere di partire e rimanere in moto...prova e riprova, tra sbuffi del motore e sacramenti vari, ma niente da fare...vabbè, chi se ne frega, prendo l'africa twin che praticamente è rimasta ferma sul cavalletto dal giorno del mio rientro a casa dal viaggio, a parte una breve sortita in officina per la revisione periodica. scendo la moto dal cavalletto ed...HOPLA'...la ruota posteriore è completamente sgonfia!!! vabbè ho già capito quello che ho da fare: 1 ricerca del foro nel copertone dell'africa twin, 2 ricerca mancato avviamento BMW (...temo un problema in qualche cavo/sensore perché la batteria è carica)

                          Biciuz si, viaggio tutto in solitaria!
                          batty 61 61 si, veramente gran bei posti, e spiaggia stupenda e selvaggia!
                          LA VITA È UN VIAGGIO E CHI VIAGGIA VIVE DUE VOLTE!

                          Commenta


                          • #14
                            Mooolto bello davvero! E' il modo di girare che prediligo anche io.
                            Tanti sono i posti che già conoscevo, e gli altri sono buone idee per il viaggio che dovrei riuscire a fare in settembre.
                            Il mondo è troppo bello per sbirciarlo dal finestrino! Suzuki VStrom 1000 - Il piu' bel viaggio in moto? Il prossimo. BFS n.11
                            Quelli già fatti: http://www.madzilla.it - Velleità di scrittore

                            Commenta


                            • #15
                              Gran bel “lavoro” sia quello on tre road che sulla carta. Ho un sacco di parenti a Terracina e dintorni, concordo con Battista sulla bellezza del litorale sabaudo.
                              Non che il resto non sia all’altezza tutt’altro ma lì c’è un fascino particolare.
                              BUCEFALO BFS n. 3
                              BMW RT 1250 HONDA CB 1100 EX
                              Chiavari - Udine

                              Commenta

                              Premium ADV

                              Comprimi


                              Sto operando...
                              X