annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Camaldoli: riprendo una vecchia abitudine

Comprimi
X
 
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Saudade
    ha risposto
    Originariamente inviato da Blue Winger Visualizza il messaggio

    Se non fosse per il caldo che soffri ad ogni fermo di semaforo, io preferisco l'andare piano passando per borghi che non avrei mai visitato altrimenti. Partendo neanche presto, intorno alle 10, ti fai i tuoi 300 km in giornata in modo rilassato e piacevole.
    Concordo con te, avendo tempo. Quando ci trovammo al delta lo scorso mese d'ottobre, complice anche la necessità d'iniziare il rodaggio alla Guzzi, tralasciai completamente l'autostrada percorrendo unicamente strade statali. Partii proprio alle 10 del mattino, con una temperatura ideale, fermandomi a Mantova per il pranzo e giungendo rilassato nel tardo pomeriggio all'hotel prenotato per la notte.
    Se,però, la distanza da percorrersi è notevole (500 e più km.) è difficile coprirla in un solo giorno (senza troppi sbattimenti) rinunciando all'autostrada. Quando mi reco da mio figlio, in val d'Orcia, ricorro ad un compromesso: A1 sino a Sasso Marconi, poi Raticosa, Futa e SS "Chiantigiana" sino a Siena, poi Cassia.

    Lascia un commento:


  • Blue Winger
    ha risposto
    Originariamente inviato da Saudade Visualizza il messaggio

    Devo studiarne uno simile partendo da casa mia. I tempi di percorrenza, però, s'allungherebbero drasticamente, com'è ovvio.....
    Se non fosse per il caldo che soffri ad ogni fermo di semaforo, io preferisco l'andare piano passando per borghi che non avrei mai visitato altrimenti. Partendo neanche presto, intorno alle 10, ti fai i tuoi 300 km in giornata in modo rilassato e piacevole.

    Lascia un commento:


  • Saudade
    ha risposto
    Originariamente inviato da Blue Winger Visualizza il messaggio
    Più o meno questo

    Devo studiarne uno simile partendo da casa mia. I tempi di percorrenza, però, s'allungherebbero drasticamente, com'è ovvio.....

    Lascia un commento:


  • Blue Winger
    ha risposto
    Originariamente inviato da Saudade Visualizza il messaggio

    Ilario, quando ne avrai tempo e voglia, potresti indicarmi l'itinerario di massima che hai seguito per "scendere" dai terroncelli tosco-romagnoli?
    Più o meno questo

    Ultima modifica di Blue Winger; 21-08-20, 22:58.

    Lascia un commento:


  • mod4ever
    ha risposto
    Thank you

    Lascia un commento:


  • paolo2145
    ha risposto
    Originariamente inviato da mod4ever Visualizza il messaggio

    Forse mi sono perso qualcosa: ma intendi organizzare qualcosa per settembre? In caso l'unico weekend che ho libero per partecipare è il 19-20 settembre
    Nulla di definito ma però presente la tua preferenza

    Lascia un commento:


  • mod4ever
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo2145 Visualizza il messaggio
    Credo che l'Appennino Reggiano-Parmense e Piacentino possa essere la zona ideale per un incontro fra mangiapolenta e terroncelli emiliano-romagnoli.
    Credo che anche Battista sarebbe della compagnia.
    Si tratta solo di creare un itinerario di 100/130 km e decidere il punto di partenza, e l'ora.
    Credo che fissando l'incontro verso le 9,30 e i saluti verso le 17,30 sia possibile a tutti partecipare senza un sacrificio insuperabile, o no?
    Forse mi sono perso qualcosa: ma intendi organizzare qualcosa per settembre? In caso l'unico weekend che ho libero per partecipare è il 19-20 settembre

    Lascia un commento:


  • Saudade
    ha risposto
    Originariamente inviato da BRONCHITE Visualizza il messaggio

    ...Mi permetto di aggiungere anche la gnagna, quella di una volta, come canta il Vecchioni "una donna con la gonna"
    I pensionati "ricordano" anche quella.....

    Lascia un commento:


  • Saudade
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo2145 Visualizza il messaggio
    Credo che l'Appennino Reggiano-Parmense e Piacentino possa essere la zona ideale per un incontro fra mangiapolenta e terroncelli emiliano-romagnoli.
    Credo che anche Battista sarebbe della compagnia.
    Si tratta solo di creare un itinerario di 100/130 km e decidere il punto di partenza, e l'ora.
    Credo che fissando l'incontro verso le 9,30 e i saluti verso le 17,30 sia possibile a tutti partecipare senza un sacrificio insuperabile, o no?
    Tipo l'incontro nel piacentino organizzato da Batty due o tre anni fa (punto di ritrovo a Fidenza, mi pare, al bar con la barista dal lato b spettacolare).

    Lascia un commento:


  • Saudade
    ha risposto
    Originariamente inviato da Blue Winger Visualizza il messaggio
    All'andata fatto strade normali, più sperdute possibili. Al rientro, autostrada da Forlì a Parma, uscito poi per troppe code e troppo caldo, ritrovando di nuovo il piacere di strade e stradine.
    Ilario, quando ne avrai tempo e voglia, potresti indicarmi l'itinerario di massima che hai seguito per "scendere" dai terroncelli tosco-romagnoli?

    Lascia un commento:


  • BRONCHITE
    ha risposto
    Originariamente inviato da Hondaman Visualizza il messaggio


    (scusate, i pensionati oltre ai bei giri in moto ricordano volentieri anche i bei posti dove hanno mangiato bene )
    ...Mi permetto di aggiungere anche la gnagna, quella di una volta, come canta il Vecchioni "una donna con la gonna"

    Lascia un commento:


  • paolo2145
    ha risposto
    Originariamente inviato da BianConiglio Visualizza il messaggio
    Le Terre di Matilde? (la Val d'Enza, geograficamente parlando)
    Ovunque ci possa portare il battistrada ufficiale, Battista.
    In quelle zone lui fa strada e io seguo.

    Lascia un commento:


  • BianConiglio
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo2145 Visualizza il messaggio
    Credo che l'Appennino Reggiano-Parmense e Piacentino possa essere la zona ideale per un incontro fra mangiapolenta e terroncelli emiliano-romagnoli.
    Le Terre di Matilde? (la Val d'Enza, geograficamente parlando)

    Lascia un commento:


  • Hondaman
    ha risposto
    Originariamente inviato da Todd Visualizza il messaggio
    Grazie della compagnia , anche se ho partecipato per una parte e basta siamo stati bene, non ho potuto chiacchierare tanto con Paolo ma cercherò di recuperare con un auto invito a casa sua

    Posti sempre belli, strade un po pallose per arrivarci ma fa niente. Al ritorno visto che non era tardi ho fatto un giretto nel paese di Poppi, dove non ero mai stato.

    Alla prossima!
    Di Poppi ricordo un bel ristorante, che se la memoria non mi inganna (è passato tanto tempo) era un ex convento o qualcosa del genere... ottima cena ;)
    (scusate, i pensionati oltre ai bei giri in moto ricordano volentieri anche i bei posti dove hanno mangiato bene )

    Lascia un commento:


  • Blue Winger
    ha risposto
    Originariamente inviato da paolo2145 Visualizza il messaggio
    Credo che l'Appennino Reggiano-Parmense e Piacentino possa essere la zona ideale per un incontro fra mangiapolenta e terroncelli emiliano-romagnoli.
    Credo che anche Battista sarebbe della compagnia.
    Si tratta solo di creare un itinerario di 100/130 km e decidere il punto di partenza, e l'ora.
    Credo che fissando l'incontro verso le 9,30 e i saluti verso le 17,30 sia possibile a tutti partecipare senza un sacrificio insuperabile, o no?
    Quoto

    Lascia un commento:

Premium ADV

Comprimi


Sto operando...
X